EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

 

 

 

Presentazione in grande stile per Shardana Challenger. In programma il 9 aprile a Pittulongu. del 03/02/2017

Categorie: Blog , Eventi , News

 

Quattro porcetti allo spiedo cucinati da esperti arrostitori di Orgosolo, con tanto di lardo fuso in gocce per insaporirne la cotenna è un buffet biologico di sapori sardi sardi organizzato dal re degli eventi enogastronomici: Mirtó di Nicola Mancini. È l’ambiente creato all’Expó di Olbia per la presentazione in grande stile della prima edizione di Shardana Challenge in programma a Pittulongu il 9 aprile 2017.

Si tratta della prima gara a staffetta internazionale della specialità detta OCR di atletica in cui si confronteranno quattro nazioni, Italia, Spagna Repubblica Ceca eFrancia, su un percorso di 8 km e oltre 15 ostacoli, costituito da elementi naturali come sterrato, sabbia, fango, e acqua.

(null)

Una sorta di Champions League internazionale per una specialità mutuata dalle prove dei Marines americani in cui i numerosi ostacoli per misurare agilità, equilibrio e forza degli atleti accentueranno le difficoltà in una avvincente sfida contro il tempo e la fatica.

“Stiamo recuperando il tempo perso per quanto riguarda le manifestazioni – ha detto il sindaco Nizzi Durante la conferenza stampa. L’assessore Balata sta lavorando bene. Cominceremo con Shardana e poi con il Giro d’Italia e miriamo a riportare il rally mondiale a Olbia”.

(null)

Nicola Selloni, in rappresentanza della Regione Sardegna, ha sottolineato l’impegno dell’assessorato del Turismo a sostegno dell’evento: “Siamo particolarmente contenti di sostenere manifestazioni sportive come Shardana, fuori dalla stagione marino balneare. In questo mandato, grazie al lavoro del nostro assessore del turismo Morandi la Regione sta facendo cose importanti”.

“Per Shardana ci siamo mossi dal primo momento – ha sottolineato l’assessore del turismo del Comune di Olbia Marco Balata -. Si tratta di un evento completato dal richiamo degli aspetti legati alla gastronomia. Un connubio vincente che proietta in maniera importante al livello internazionale, la nostra città”.

La manifestazione sarà divisa in due parti: la prima agonistica, dedicata agli atleti professionisti, mentre la seconda sarà “Open Race” aperta a tutti coloro che vorranno cimentarsi in questa specialità da veri iron man. Dal 1′ febbraio sarà possibile iscriversi sul sito ufficiale.











Invia una copia del messaggio su questa casella

Codice di sicurezza.




Galleria immagini  

immagine